Al Gran Ballo di Primavera si va di liscio

image_pdfimage_print

Preparate i lustrini, lucidate le scarpette, il “salone delle feste” del PimOff vi attende per ballare fino a tarda notte in occasione del “Gran Ballo di Primavera’’, evento unico che aprirà le porte al quartiere al grido di “Liscio che bellezza”.

Torna a scintillare al PimOff, luogo da sempre votato al coinvolgimento del pubblico e alla sana mescolanza di generi artistici, il grande liscio d’autore con l’Orchestrina di Molte Agevole: la musica rivoluzionaria che ha fatto scivolare, strusciare i piedi, quindi andare via liscio, intere generazioni di ballerini in tutta Italia. Quella che ha acceso la miccia ai valzer viennesi e che con frenetiche polke e mazurke ha incendiato le piste da ballo.

A far ballare il pubblico del PimOff sarà la compagnia creata da Enrico Gabrielli, composta da pregiatissimi elementi provenienti da Afterhours, Calibro35, Mariposa, Hobocombo ed altre stelle e stellazze del firmamento classico e underground nostrano capaci di giocare, utilizzando artefatti elettronici moderni, con le eccezionali musiche di Secondo Casadei, Carlo “Zaclein” Brighi, FerrerRossi, Mario Cavallari, Jaromir Vejvoda, Giovanni D’Anzi e di tanti altri autori di musica da ballo e da balera del ‘900.

Una vera e propria orchestra in miniatura che negli ultimi anni ha riportato in vita un genere che arriva dal passato.

Gran Ballo di Primavera

Venerdì 20 marzo – ore 21

L’Orchestrina di Molto Agevole

Membri del gruppo: Francesca Ruiz Biliotti (voce lirico solita), Francesco D’Elia (violino), Enrico Gabrielli (clarinetto e sax), Rocco Marchi (chitarra), Gianni Chi (fisarmonica), Francesca Baccolini (contrabbasso), Davide Radice (batteria)

INFORMAZIONI

PimOff, via Selvanesco 75, Milano – ore 21

Ingresso con tessera PimOff (gratuita) + sottoscrizione 8 Euro

Info e prenotazioni: info@pimoff.it – 0254102612

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Releated

I profumi che hanno fatto la storia: Eau d’Hermès

di Claudia Marchini Nella puntata dedicata agli anni ’20 abbiamo parlato della ventata di energia, di ottimismo, della voglia di felicità e allegria che si percepiva dopo gli anni bui della guerra. E così furono gli anni’ 50: più che mai si sente la voglia di cambiamento, anche favorito dal benessere della ricostruzione. Con la […]

I profumi che hanno fatto la storia: il dopoguerra

di Claudia Marchini Nella scorsa puntata abbiamo parlato di Joy, la fragranza creata da Jean Patou nel 1929 come antidoto all’atmosfera di preoccupazione che si era creata a causa della crisi economica. La prima fragranza di cui parliamo oggi vide la luce nel 1946 per celebrare la fine della seconda guerra mondiale: si tratta di […]