Benessere in vetta tra caviale, oro ed erbe alpine

image_pdfimage_print

Benessere è questo il fil rouge che unisce gli hotel del gruppo Best Wellness dove, oltre alle spa e alle piscine, si possono trovare esclusivi percorsi wellness, un menu di trattamenti davvero ampio e inconsueto e l’utilizzo della linea cosmetica “Balance Alpine 1000 +”,  realizzata con erbe medicinali pure, piantate, curate e raccolte in pascoli austriaci puramente ecologici e rigorosamente a oltre 1000 m di altezza.In una parola da provare.
benessere 2
In particolare poi al Best Wellness Alpenrose di Maurach/Achensee, in Tirolo, il Trattamento “Balance Alpine 1000 +” consiste in un rilassante pediluvio alle erbe seguito da un massaggio e impacco caldo con le erbe alla schiena. Tra i trattamenti originali c’è poi quello al vino: il rituale comincia con un cerimoniale che coccola i piedi: dopo un lavaggio dei piedi vitalizzante con colata di vino freddo e un pediluvio caldo in barrique (accompagnato naturalmente da un bicchiere di vino bianco e da una dolce tentazione), gli ospiti si possono rilassare alla spa.

Benessere 5

Sempre in Tirolo, l’hotel Best Wellness Liebes Rot-Flüh, nella Valle Tannheim, si presenta  come un castello incantato, immerso tra profumi meravigliosi che si abbinano al calore rilassante delle saune. La leggerezza dell’acqua di montagna cristallina della piscina carica d’energia positiva si abbina con la forza animatrice degli elementi, qui si attinge una nuova vitalità con un rilassante bagno di vapore, dopo aver sperimentato la grotta delle fiabe e la vasca idromassaggio con acqua salata. Sono otto le tappe del percorso benessere presente  presso l’hotel Best Wellness Liebes Rot-Flüh: la Sauna del Cavaliere, il Bagno dell’Alchimista, la Sauna di Pigne, il Bagno di vapore „Astral“, il Bagno Turco, la Sauna a raggi infrarossi, la Grotta di ghiaccio e le cabine abbronzanti. Il benessere fa capolino anche a tavola: attraverso nuove idee e suggerimenti del centro-Salute Body Balance dell’hotel.

Benessere 1

Il Best Wellness Alpenpalace in Alto Adige, nella splendida cornice della Valle Aurina, a due passi da Brunico, offre addirittura 2mila metri quadri di spa con piscina alimentata da acqua salina e un meraviglioso parco di 30.000 mq, con piscine, aree relax e lounge open air.   Fiore all’occhiello è la Beauty & Spa, una delle poche al mondo contrassegnate da “The Art of Beauty by La Prairie” con esclusivi rituali di bellezza, tra cui il Caviar lift facial, lusso allo stato puro che promette di rassodare la pelle immediatamente, rendendola incredibilmente setosa, morbida e tonica: si tratta di un trattamento effettuato con perle di caviale e consiste in un massaggio al viso ed al contorno occhi con un’infusione di caviale. Per chi può, c’è anche il Pure gold radiance facial: le gocce d’oro puro di Cellular Radiance Concentrate Pure Gold promettono anche in questo caso di rassodare visibilmente la pelle, illuminandola e stimolandola la pelle. E se poi caviale e oro non bastano, si possono provare anche i diamanti: il trattamento Spa alpin diamonds prevede un lussuoso peeling a base di particelle altamente micronizzate di diamanti e perle d’acqua dolce, seguito da un delicato massaggio con la crema per corpo agli estratti di caviale. Cura ottimamente la pelle donandole un leggero splendore dorato.

 

Anche al Best Wellness Schwarz Alpine Spa & Resort in Tirolo c’è l’imbarazzo della scelta: con la sua spa di 5000mq e vista mozzafiato sulle montagne, è il luogo perfetto per trascorrere una vacanza –benessere da favola. Questa oasi esclusiva propone trattamenti basati sul sapere classico della medicina e del benessere. Ccome il trattamento “Culla”, un’esperienza unica, puro relax, dove l’arte della cura del corpo diventa una cerimonia per i sensi: 90 minuti di suoni, aromi, movimenti che ricordano, appunto, una culla.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Releated

I profumi che hanno fatto la storia: Eau d’Hermès

di Claudia Marchini Nella puntata dedicata agli anni ’20 abbiamo parlato della ventata di energia, di ottimismo, della voglia di felicità e allegria che si percepiva dopo gli anni bui della guerra. E così furono gli anni’ 50: più che mai si sente la voglia di cambiamento, anche favorito dal benessere della ricostruzione. Con la […]

I profumi che hanno fatto la storia: il dopoguerra

di Claudia Marchini Nella scorsa puntata abbiamo parlato di Joy, la fragranza creata da Jean Patou nel 1929 come antidoto all’atmosfera di preoccupazione che si era creata a causa della crisi economica. La prima fragranza di cui parliamo oggi vide la luce nel 1946 per celebrare la fine della seconda guerra mondiale: si tratta di […]