Le “illecite visioni” di Vucciria Teatro al Filodrammatici di Milano

image_pdfimage_print

Dopo aver conquistato l’Italia e persino l’America, arriva finalmente anche a Milano, al Teatro Filodrammatici, la compagnia Vuccirìa Teatro, con i suoi due spettacoli “Io, mai niente con nessuno avevo fatto” e “Battuage”.

Le pièce sono allestite all’interno della quarta edizione di “Illecite Visioni”, rassegna dedicata al teatro omosessuale che presenta un focus sul lavoro della giovane formazione siciliana. Un’occasione importante per far conoscere due lavori di Vucciria Teatro di successo e pluripremiati, sia a livello nazionale, sia internazionale. Gli spettacoli affrontano con realismo e drammaticità, ma anche con liricità, tematiche scottanti e, per l’appunto, “illecite”.

Selezionati dal direttore artistico della rassegna Mario Cervio Gualersi, giornalista e critico, entrambi gli spettacoli vedono interpreti Joele Anastasi (anche autore e regista delle pièce), Enrico Sortino (co-fondatore della compagnia), Federica Carruba Toscano, Simone Leonardi.

Crediamo – dice Joele Anastasi – in un teatro che nasca dall’esigenza di raccontare. Chi fa teatro ha la responsabilità di compiere un atto che non sia marginale. Evitare ciò che è trascurabile, ciò di cui si può fare a meno, ciò che non muove gli spettatori, che li intrattiene senza cambiarli senza farli tremare fin nel profondo”.

Io, mai niente con nessuno avevo fatto” è ambientato nella Sicilia degli anni ’80. Omosessualità, malattia, violenza e morte sono lo spunto per rivelare e suscitare emozioni, focalizzando l’attenzione su tematiche umane e sociali quanto mai presenti e scottanti. Si raccontano le storie di tre personaggi. C’è Giovanni, interpretato da Joele Anastasi, giovane naïf che scopre il sesso e l’amore con un uomo a 19 anni. Sua cugina Rosaria (Federica Carruba Toscano) è di fatto per lui madre, figlia, amica e sorella. E infine c’è Giuseppe (Enrico Sortino) amore e amante del protagonista, simbolo di ambiguità e violenza, ma anche di passione carnale. Nell’estate 2014, “Io, mai niente con nessuno avevo fatto” raggiunge gli U.S.A. e vince il più alto riconoscimento al San Diego International Fringe Festival aggiudicandosi il titolo di Best Show. Al Roma Fringe Festival 2103 ottiene il premio come Miglior Spettacolo, Migliore Drammaturgia attribuiti a Joele Anastasi e Miglior Attore a Enrico Sortino. Con questo lavoro inoltre Vuccirìa Teatro ha vinto il Bando “Stazioni d’Emergenza – per nuove creatività 2014” a Napoli e il Premio della Critica al Festival Direction Under 30 presso il Teatro Sociale di Gualtieri.

Battuage” è la storia di un luogo popolato da “zombie” notturni alla ricerca di sesso: facile, gratis, a pagamento. Un luogo, in cui s’incontrano eterosessuali, transessuali, omosessuali, gigolò, puttane, scambisti, raccontato attraverso gli occhi dei personaggi (interpretati da Joele Anastasi, Federica Carruba Toscano, Enrico Sortino e Simone Leonardi in molteplici ruoli) che lo abitano, che gli danno vita: non da vittime, ma da uomini, da donne, tutti consapevoli che hanno scelto di giocare a quel gioco, spingendosi, inesorabilmente, oltre i limiti dettati dall’etica sociale. Il sesso diventa così l’unico strumento di mediazione tra gli uomini. Un universo in cui si riversano mastodontiche solitudini. “Battuage” – luogo in cui è morto anche il desiderio del desiderio – è soprattutto una metafora del mondo.

TEATRO FILODRAMMATICI
Via Filodrammatici, 1
MILANO

1 ottobre 2015
IO, MAI NIENTE CON NESSUNO AVEVO FATTO

2 ottobre 2015
BATTUAGE

INFO PREZZI SPETTACOLI:
INTERO 16 €
INTERO SOSTENITORI 22 €
RIDOTTO [under 25//over65//tesserati arcigay] 13 €
ABBONAMENTO 4 spettacoli 40 €
ABBONAMENTO SOSTENITORI 60 €

VUCCIRìA TEATRO
THEATRE & PERFORMANCE ART

vucciriateatro@gmail.com
www.vucciriateatro.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Releated

I profumi che hanno fatto la storia: Eau d’Hermès

di Claudia Marchini Nella puntata dedicata agli anni ’20 abbiamo parlato della ventata di energia, di ottimismo, della voglia di felicità e allegria che si percepiva dopo gli anni bui della guerra. E così furono gli anni’ 50: più che mai si sente la voglia di cambiamento, anche favorito dal benessere della ricostruzione. Con la […]

I profumi che hanno fatto la storia: il dopoguerra

di Claudia Marchini Nella scorsa puntata abbiamo parlato di Joy, la fragranza creata da Jean Patou nel 1929 come antidoto all’atmosfera di preoccupazione che si era creata a causa della crisi economica. La prima fragranza di cui parliamo oggi vide la luce nel 1946 per celebrare la fine della seconda guerra mondiale: si tratta di […]