Marco Rogliano porta in scena i 24 Capricci di Paganini a Roma il 6 dicembre

image_pdfimage_print

 Sarà Roberto Molinelli a dirigere il concerto-evento del violinista Marco Rogliano con l’Orchestra Sinfonica dell’Europa Unita che si terrà domenica 6 dicembre 2015 alle ore 20.30 al Parco della Musica di Roma (Sala Santa Cecilia). L’evento, condotto da Vincenzo Galluzzo, Rai Uno, e da Rossana Tomassi Golkar, direttore artistico dell’Orchestra Sinfonica dell’Europa Unita, è inserito nella maratona Telethon e verrà trasmesso in dicembre in prima serata su Rai 2.

In programma in prima esecuzione assoluta i 24 Capricci per violino solo di Niccolò Paganini, trascritti in versione sinfonica dal M° Roberto Molinelli appositamente per Marco Rogliano. Nato da un’idea di Marco Rogliano, il progetto intende rivoluzionare la lettura classica dei 24 Capricci di Paganini: una lettura corale affidata alla penna del direttore e compositore Molinelli.

“Fin dall’inizio – commenta Marco Rogliano – mi fu chiaro che rileggere i 24 Capricci era una sfida audace. Paganini è il punto di riferimento e il termine di paragone per tutti i violinisti. Ma non è solo tecnica e virtuosismo: la sua musica è piena di spunti per slanci lirici, quasi poetici. La critica internazionale, colpita dalla veste innovativa ricca di contrasti e capace di suscitare emozioni nuove, si è già espressa favorevolmente nei confronti dell’impresa”. 

“Accettare la sfida di orchestrare i 24 Capricci non è stato semplice – aggiunge Roberto Molinelli – Si trattava di donare una veste sonora nuova a una delle più celebri raccolte per strumento solista, monumento del virtuosismo per eccellenza. Ho riunito i Capricci in tre suite, nel rispetto della concezione originale dell’autore che li suddivide in due opere da sei e una da dodici. Ho poi inserito delle parti orchestrali di raccordo di mia composizione per permettere un’esecuzione senza soluzione di continuità”.

DOVE, QUANDO E A QUANTO
Domenica 6 dicembre 2015_Roma, Parco della Musica – Sala Santa Cecilia_ore 20.30
Biglietti da 10,00 € a 25,00 €

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Releated

I profumi che hanno fatto la storia: Eau d’Hermès

di Claudia Marchini Nella puntata dedicata agli anni ’20 abbiamo parlato della ventata di energia, di ottimismo, della voglia di felicità e allegria che si percepiva dopo gli anni bui della guerra. E così furono gli anni’ 50: più che mai si sente la voglia di cambiamento, anche favorito dal benessere della ricostruzione. Con la […]

I profumi che hanno fatto la storia: il dopoguerra

di Claudia Marchini Nella scorsa puntata abbiamo parlato di Joy, la fragranza creata da Jean Patou nel 1929 come antidoto all’atmosfera di preoccupazione che si era creata a causa della crisi economica. La prima fragranza di cui parliamo oggi vide la luce nel 1946 per celebrare la fine della seconda guerra mondiale: si tratta di […]