Richmond Cafè torna con un nuovo look

image_pdfimage_print

 Il Richmond Cafè con restyling, nuove serate e un’uramakeria da urlo è pronto a inaugurare una stagione indimenticabile. Il  sipario si alza il 10 settembre con il Formentera Party, un grande evento che fa da preludio alle tante novità del locale milanese di via Melchiorre Gioia 69: dal nuovo ristorante in salsa jap dedicato ai soli uramaki alla fitta programmazione settimanale, tra aperitivi con show cooking di chef stellati e one-night tutte da ballare.

La one-night, Formentera Party, porterà a Milano tutta l’energia e il divertimento delle notti estive dell’isola spagnola, tra aperitivo a buffet (a 15 euro) e una cena servita (40 euro) allietata dalle selezioni musicali di Gigi Zeus, per poi proseguire dalle 23.30 alle 4 di mattina con il djset house e commerciale di Giandomenico Di Vito affiancato dal vocalist Ale Zeus.

A pochi mesi dalla sua inaugurazione il Richmond Cafè, il locale trendy che ospita i fashion show e i party del noto marchio streetwear prêt-à-porter lanciato in Italia da Saverio Moschillo, si rinnova negli ambienti e si sdoppia in due realtà esclusive: da una parte un club dove scatenarsi 7 giorni su 7, sempre aperto dall’aperitivo a tarda notte, e dall’altra, una sala ristorante totalmente indipendente da circa 40 posti, dove deliziarsi unicamente di soli uramaki, in versione classica o in qualche variante dai profumi di Sicilia. Il  Richmond Restaurant, un angolo di gusto per cultori di uramaki, aperto dal lunedì al venerdì a pranzo e dal lunedì al sabato a cena, dalle 20 alle 23, sarà inaugurato il prossimo 12 settembre.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Releated

I profumi che hanno fatto la storia: Eau d’Hermès

di Claudia Marchini Nella puntata dedicata agli anni ’20 abbiamo parlato della ventata di energia, di ottimismo, della voglia di felicità e allegria che si percepiva dopo gli anni bui della guerra. E così furono gli anni’ 50: più che mai si sente la voglia di cambiamento, anche favorito dal benessere della ricostruzione. Con la […]

I profumi che hanno fatto la storia: il dopoguerra

di Claudia Marchini Nella scorsa puntata abbiamo parlato di Joy, la fragranza creata da Jean Patou nel 1929 come antidoto all’atmosfera di preoccupazione che si era creata a causa della crisi economica. La prima fragranza di cui parliamo oggi vide la luce nel 1946 per celebrare la fine della seconda guerra mondiale: si tratta di […]