The Seraphin Daughter al MONO Bar

image_pdfimage_print

A dicembre al MONO Bar sono di scena Letizia Iman Scalco e Matteo Domenichetti che presentano il loro nuovo progetto artistico: “The Seraphin Daughter”.

Il progetto nasce dalla grande amicizia e dalla collaborazione fra Letizia, fotografa, e Matteo, fashion designer. L’unione delle loro arti, porta Letizia a rappresentare la collezione di abiti da sposa di Matteo, traslata in un’atmosfera eterea, a metà tra gli angeli serafini e gli yurei giapponesi, due mondi apparentemente lontani.

La figura che ne emerge è quella di una creatura di un’androginia fresca, dal sapore pre-adolescenziale, come di ragazzino effeminato, con annesso uno scherzoso rimando ad elementi del kitsch, delicatamente calibrati.

I tessuti sono quelli della tradizione della sposa, marocain di seta bianca e georgette grigia, a cui si aggiungono accostamenti più insoliti, come gli inserti di serpente bianco delle Filippine e i gioielli di ceramica Raku.

Lo shooting fotografico è stato portato avanti su due livelli: da un lato fotografie a colori con un’impostazione tradizionalmente da matrimonio dal gusto naïf, dall’altro delle fotografie più cupe in bianco e nero, che vogliono essere un incontro tra l’immaginario angelico e quello dei J-Horror degli anni ’60.

La mostra verrà inaugurata giovedì 10 dicembre alle ore 19,00 e sarà visibile fino a sabato 19 dicembre.

Chi sono gli artisti?

Letizia Iman Scalco nasce ad Algeciras (Spagna) nel dicembre del 1991.

Emigrata da Vicenza, vive a Milano da qualche anno. Ha esposto a Milano, Vicenza, Venezia, Brighton. Studia graphic design, ma al computer preferisce dilettarsi nel bagno-camera oscura.

Link ai lavori: letiziaiman.tumblr.com

Matteo Domenichetti nasce a Varzi (PV) nel dicembre del 1992. Si trasferisce a Milano per studiare Fashion Design al Politecnico di Milano e si specializza in maglieria.  Si iscrive poi a un master di modellistica per womenswear  e underwear, concludendo con una tesi in bridalwear all’Istituto Secoli.

Il Mono Bar, locale gay friendly, caratterizzato dagli arredi vintage anni 60, situato nel cuore di Porta Venezia, si presta ad ospitare mostre e nel fine settimana non mancano dj set.

Via Lecco, 6 20136 Milano

339 4810264

FB/MONO Bar

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Releated

I profumi che hanno fatto la storia: Eau d’Hermès

di Claudia Marchini Nella puntata dedicata agli anni ’20 abbiamo parlato della ventata di energia, di ottimismo, della voglia di felicità e allegria che si percepiva dopo gli anni bui della guerra. E così furono gli anni’ 50: più che mai si sente la voglia di cambiamento, anche favorito dal benessere della ricostruzione. Con la […]

I profumi che hanno fatto la storia: il dopoguerra

di Claudia Marchini Nella scorsa puntata abbiamo parlato di Joy, la fragranza creata da Jean Patou nel 1929 come antidoto all’atmosfera di preoccupazione che si era creata a causa della crisi economica. La prima fragranza di cui parliamo oggi vide la luce nel 1946 per celebrare la fine della seconda guerra mondiale: si tratta di […]