Antonella Ruggiero e l’Orchestra Sinfonica di Sanremo

image_pdfimage_print

di Emanuele Domenico Vicini 

Antonella Ruggiero è una delle più grandi interpreti italiane e memoria storica del Festival di Sanremo: le sue partecipazioni alla kermesse nazionale, con i Matia Bazar prima e poi come solista, hanno sempre regalato performances di rara eleganza, mai scontate, lontane dalle mode passeggere e ancorate a un bisogno di ricerca e di sperimentazione che non è di tutti.

Il concerto che ha offerto il 12 agosto 2022 all’Auditorium Franco Alfano di Sanremo ha dimostrato la bontà di quel percorso. I pezzi proposti, dai più popolari (Vacanze Romane, Ti sento), ai primi successi dei Matia Bazar (Cavallo Bianco) alle esperienze post Matia Bazar (Echi di infinito) si sono animati di vita nuova e hanno retto come pochi altri lo scorrere degli anni.

La Ruggiero mette la sua tecnica perfetta al servizio di uno stile interpretativo poliedrico e vario, plasmato in modo diverso su ogni singolo brano.

Gli arrangiamenti riescono a trasformare le linee melodiche al bisogno in arie belcantistiche con evidenti echi operistici, o in pezzi symphonic rock dal sapore cinematografico (strepitoso quello di Ti sento), o in esercizi di stile ritmico tutt’altro che scontati (Vacanze Romane). Ma non mancano le incursioni nel sound etnico (il Kyrie della Missa Luba o Guantanamera) e i recuperi filologici (fra gli altri, un’indimenticabile Parlami d’amore Mariù).

Un concerto così composto non prende corpo senza un’orchestra che sa trasformare l’idea in forma e suono.

La Sinfonica di Sanremo, diretta dal maestro Giancarlo De Lorenzo ha dato il suo meglio. Ritmica, timbri, coloritura: tutto ha contribuito a creare un effetto di grande impatto, eclettico e perfettamente aderente alla multiforme varietà dei brani proposti.

Sul sito https://www.antonellaruggiero.com/concerti/ le date dei prossimi concerti della Ruggiero.

All’indirizzo https://www.sinfonicasanremo2.it/prenotazioni/negozio/abbonamento-11-concerti- auditorium-alfano/ le date dei prossimi appuntamenti estivi della Sinfonica di Sanremo.

Da non dimenticare infine la bellissima location ritrovata dell’auditorium Franco Alfano. Piccolo gioiello alla greca, costruito negli anni Cinquanta all’interno del Parco Marsaglia (metà imperdibile per gli amanti della natura esotica in città, segno concreto della salubrità del clima sanremese e delle inattese meraviglie che ancora la città può offrire), l’auditorium ha funzionato fino agli anni Novanta per poi chiudere per vent’anni in attesa di un recupero, finalmente compiuto. Da un anno la città ha di nuovo uno spazio pubblico per ascoltare la propria orchestra.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Releated

Il Forte di Bard: tra storia e futuro

Il Forte di Bard è un’imponente struttura militare realizzata nella prima metà del XIX secolo, e rappresenta uno dei migliori esempi di fortezza di sbarramento del periodo. Posta alla sommità di una rocca all’ingresso della Valle d’Aosta, grazie ad un articolato intervento di recupero dal 2006 è un polo culturale e turistico sede di musei, […]

2 profumi per maggio

“Ben venga Maggio e il gonfalone amico, ben venga primavera Il nuovo amore getti via l’antico nell’ombra della sera Ben venga Maggio, ben venga la rosa, che dei poeti è il fiore Mentre la canto con la mia chitarra, brindo a Cenne e a Folgore” Così scrive Francesco Guccini nella Canzone dei Dodici Mesi.  Quando […]