“La vita non è un film di Doris Day” in arrivo al Teatro San Babila

image_pdfimage_print

“La vita non è un film di Doris Day” è in arrivo al Teatro San Babila di Milano. Lo spettacolo debutterà sulle scene milanesi il prossimo 29 gennaio e rimarrà in scena fino al  7 febbraio. “La vita non è un film di Doris Day” è una giocosa commedia  scritta da Mino Bellei e diretta da Claudio Bellanti. Sul palcoscenico un trio femminile di grandissime interpreti, composto da Paola Gassman, Lydia Biondi e Mirella Mazzeranghi.

La pièce, “La vita non è un film di Doris Day”, si sviluppa come una divertente, dissacrante, provocatoria conversazione che affronta nodi esistenziali profondi, filtrati da un umorismo esilarante e da un’ironia feroce. Le protagoniste si sfidano a colpi di spietato sarcasmo con dichiarazioni taglienti, convergendo nella profondità di un rapporto che le vede mettersi a nudo, unite da una sorte simile. La vita, non sarà di certo rosea, come un film di Doris Day, ma l’amicizia nulla teme.

Il giorno di Natale, tre amiche di vecchia data, alla soglia dei 70 anni, si trovano per festeggiare insieme. La serata diventa l’occasione per raccontarsi, fare un bilancio del tempo passato e dirsi, all’improvviso, tutto quello che hanno taciuto nei decenni precedenti. Angelina, Amalia e Augusta rivelano quindi, l’una all’altra, senza reticenze, tutte le scomode verità a lungo taciute per quieto vivere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Releated

I profumi che hanno fatto la storia: Eau d’Hermès

di Claudia Marchini Nella puntata dedicata agli anni ’20 abbiamo parlato della ventata di energia, di ottimismo, della voglia di felicità e allegria che si percepiva dopo gli anni bui della guerra. E così furono gli anni’ 50: più che mai si sente la voglia di cambiamento, anche favorito dal benessere della ricostruzione. Con la […]

I profumi che hanno fatto la storia: il dopoguerra

di Claudia Marchini Nella scorsa puntata abbiamo parlato di Joy, la fragranza creata da Jean Patou nel 1929 come antidoto all’atmosfera di preoccupazione che si era creata a causa della crisi economica. La prima fragranza di cui parliamo oggi vide la luce nel 1946 per celebrare la fine della seconda guerra mondiale: si tratta di […]