Alba in vetta: i rifugi dove aspettare il sorgere del sole

image_pdfimage_print

Finalmente è arrivata la neve e si è aperta un’altra stagione per un Circo Bianco sempre a caccia di nuovi trend con cui attrarre sciatore provetti e sportivi della domenica. Tutti in montagna quindi. E per ognuno il Circo Bianco ha studiato la vacanza ideale.

Alba in vetta rifugio Lagazuoi

Per chi sa affrontare con coraggio la sveglia mattutina infatti, uno dei trend che si sta sempre più diffondendo sulle Alpi è quello di salire in vetta all’alba per godersi in cinemascope il sorgere del sole sulle cime imbiancate, preferibilmente in un caldo rifugio davanti a una golosa colazione a km zero, per poi affrontare la prima pista senza la folla impazzita dei fine settimana gustandosi il paesaggio fiabesco e perché no, anche una prima pista ancora vergine dove lasciare la prima traccia. La moda, nata tra le vette austriache, sta esplodendo anche nel BelPaese. Da Fai della Paganella-Andalo alla Marmolada fino Cortina e a Madonna di Campiglio le proposte non mancano.

Una tendenza esclusiva visto che si tratta, di volta in volta, di iniziative riservate a pochi fortunati e coraggiosi ovviamente disposti ad alzarsi ancora con il buio e a mettersi letteralmente in pista prima dell’alba. Un sacrifico certo ma ne vale la pena: è come essere infatti in prima fila ad ammirare lo spettacolo della natura  proprio nel momento in cui  la notte lascia il posto alla luce, il cielo diventa una tavolozza di colori e le montagne circostanti emergono piano piano dal buio.

In genere si tratta di occasioni spot non di appuntamenti fissi. Ma con un po’ di attenzione e organizzazione, contattando le diverse perle delle Alpi, si può essere sicuri di non perdere le migliori proposte offerte dalle località più note dell’arco alpino. Saper sciare in genere non è strettamente necessario. Ai rifugi si arriva con gli impianti di risalita che possono essere utilizzati anche per la discesa. In alcuni casi poi gli uffici del turismo organizzano escursioni a piedi o con le ciaspole per poter apprezzare al meglio lo spettacolo della natura all’alba.

Alba in rifugio Dolomoti skisunrise_pinzolo,15053

Ecco alcuni degli appuntamenti più suggestivi:

Sabato 21 febbraio 2015 è possibile ammirare l’alba sulle Dolomiti dal Doss del Sabion la montagna che sovrasta Pinzolo nota come Terrazza sulle Dolomiti del Brenta grazie all’emozionante vista offerta sulle montagne patrimonio dell’Unesco. La partenza è prevista alle 6.20 e la quota richiesta è di 20 euro a persona che salgono a 50 se poi si aggiunge lo skipass per l’intera giornata.

Alba sciatori-in-val-di-fiemme-1423210255637

Numerose anche le altre proposte studiate dal Trentino che, di sabato in sabato, offre a sciatori e amatori nuovi prospettive per godere del paesaggio incontaminato delle Dolomiti alle prime luci dell’alba e dei sapori della tradizione. Sabato 14 febbraio, ad esempio, sarà possibile dare il via al count down per l’alba a San Martino di Castrozza (Cabinovia Tognola, Rifugio Tognola); Madonna di Campiglio (Cabinovia Spinale Pista, Chalet Fiat) e all’Alpe Cimbra  (Impianto Serrada, Rifugio Baita Tonda). A seguire il 21 febbraio l’appuntamento è in Val di Non (Seggiovia Monte Roen Pista, rifugio Mezzavia), il 28 febbraio a Monte Baldo (seggiovia Bucaneve Pista, Malga Costapelada) e all’Alpe Cimbra  (pista Tablat, Tana Incantata); il 7 marzo a Passo Rolle (seggiovia Paradiso Piste, Malga Rolle) e a Monte Bondone (seggiovia Palon – seggiovia Rocce Rosse, Bar Al Sole 2.098 mt), il 14 marzo a Val di Sole/Peio (telecabina “Tarlenta”, funivia “Pejo 3000”, Rifugio “Scoiattolo) e il 21 marzo in Val di Fassa (Seggiovia Costabella, Baita Paradiso).

Alba cima-palon-monte-bondone-1423210255666

 

Per chi si dovesse trovare a da Andalo-Fai della Paganella, è bene verificare calendario alla mano le proposte dell’Apt locale. L’alba in vetta, dopo la risalita a Cima della Paganella alle prime luci dell’alba, è indimenticabile. Al rifugio La Roda si aspetta il sorgere del sole sulle Dolomiti riflesse dal lago di Garda davanti a una colazione luculliana. E poi via sulla pista Olimpica, da godersi in solitudine o quasi, prima dell’apertura ufficiale degli impianti.

Insomma da Cortina a Courmayeur le iniziative non mancano per appassionati sciatori, “maniaci” della prima traccia e turisti che non vogliono perdersi lo spettacolo della natura …in cinemascope.

Allba in vetta rifugio chiampuzzulon

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Releated

Festa a Santiago e relax alle Isole Cíes

La Spagna vale sempre viaggio, in qualsiasi stagione dell’anno. Ma a luglio c’è una ragione in più per scoprire alcuni dei posti più suggestivi della Galizia, il cuore Spagna Verde. Mostre, balli, musica, concerti, rappresentazioni teatrali, spettacoli di danza, “gaitas” (le cornamuse tradizionali locali), immancabili bancarelle e fuochi di artificio scandiscono infatti il mese dell’”Apostolo” dedicato […]